Voluntary: un rinvio senza aggravio di costi

di Redazione

Pubblicato il 13 ottobre 2015

In seguito alla proroga della voluntary disclosure, gli accertamenti sono da chiudere al 31 dicembre 2016. Sono tante le istanze sinora presentate, e altre se ne aggiungeranno. Questo proseguo dell'operazione fa pensare che essa possa diventare un istituto a regime nel nostro ordinamento, come avvenuto in Francia. La proroga non prevede costi aggiuntivi; sono, anche, inapplicabili le sanzioni in materia di antiriciclaggio previste dalla legge 231/2007.