Voluntary: pronta al black list del Fisco


In vista dal termine per aderire alla voluntary bis (31 luglio), che sembra sempre più non trovare adesioni,
l’amministrazione finanziaria è al lavoro su una “black list” di 13mila nomi sospetti. Si tratta prevalentemente di
persone fisiche che, pur essendo nelle condizioni per aderire al rimpatrio dei capitali hanno scelto di non
accedere alla prima edizione. L’attività di controllo su questi contribuenti italiani “non compliant” si è concentrata
nell’invio delle prime richieste di scambio di informazioni internazionali sotto forma di group requests, grazie agli accordi stipulati dall’Italia con Stati fino a poco tempo fa ritenuti non collaborativi come Svizzera, Principato di Monaco e Liechtenstein.


Partecipa alla discussione sul forum.