Voluntary disclosure: si lavora alla proroga


Spunta il rinvio tecnico per la voluntary disclosure: ci stanno lavorando i tecnici delle finanze. L’ipotesi allo studio non prevede alcuna proroga, ma il termine del 30 settembre fissato dalla legge 186/2014 sul rientro dei capitali potrebbe valere come “prenotazione”. In altre parole i contribuenti che vogliono fare pace con il fisco sanando gli illeciti all’estero o in Italia dovrebbero comunque presentare l’istanza telematica entro il 30 settembre, ma tale domanda avrebbe esclusivamente una valenza di prenotazione. Una volta completata l’operazione, il contribuente potrebbe contare su un tempo più lungo per la presentazione di tutta la documentazione necessaria alla ricostruzione dei capitali evasi.


Partecipa alla discussione sul forum.