Voluntary disclosure: l'incertezza sul raddoppio dei termini costituisce un freno

Secondo quanto asserito da Antonio Martino, responsabile dell’Ucifi, la task force dell’Agenzia delle Entrate per il contrasto gli illeciti internazionali, “l’incertezza sul raddoppio dei termini di accertamento è il principale freno della voluntary disclosure. Fino a quando la norma prevista dalla legge delega non sarà in vigore, è difficile ipotizzare che la collaborazione volontaria decolli”.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it