Voluntary disclosure: il contribuente può fare richiesta di svolgere le operazioni nella sede a lui più comoda


Il Centro operativo di Pescara è la sede designata dall’Agenzia delle entrate per la gestione delle istanze di accesso alla voluntary disclosure presentate, per la prima volta, dallo scorso 10 novembre. Sarà la stessa struttura ad emettere i relativi atti, compresi quelli di accertamento e di contestazione delle violazioni, con riferimento a tutte le annualità oggetto delle richieste (provvedimento del 27 novembre 2015 del direttore dell’Agenzia delle entrate). I contribuenti possono però chiedere, tramite apposita istanza, che la fase istruttoria del procedimento e l’eventuale contradditorio, in base alle loro necessità, si svolgano non presso il Centro operativo di Pescara, ma in una direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate o presso la direzione provinciale di Trento. La richiesta deve essere inviata, fino a dieci giorni prima della data fissata per il contraddittorio, tramite Pec, alla casella postale del Cop di Pescara.


Partecipa alla discussione sul forum.