Voluntary disclosure: i passaggi per aderire alla procedura

I soggetti interessati alla voluntary disclosure, le cui disposizioni entreranno in vigore il 1° gennaio 2015, devono preparare una serie di documenti per gestire al meglio la procedura. La documentazione è importante per definire i costi dell’operazione da discutere poi in contraddittorio con l’Agenzia. Per accedere alla voluntary disclosure il contribuente dovrà esibire tutti i dettagli relativi agli investimenti e alle attività di natura finanziaria detenuti all’estero o in Italia, nell’ipotesi di “disclosure domestica”.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it