Voluntary disclosure bis: i chiarimenti dell’Agenzia


L’Agenzia delle Entrate illustra e chiarisce nel dettaglio le novità apportate dalle disposizioni che hanno previsto la possibilità, per i contribuenti interessati, di accedere, dal 24 ottobre 2016 al 31 luglio 2017, alla “fase due” della voluntary disclosure e ai connessi benefici, e lo fa nella circolare n. 19/E del 12 giugno 2017. I termini per aderire alla voluntary disclosure sono stati riaperti dal 24 ottobre 2016 al 31 luglio 2017; la riapertura dei termini si applica sia per l’emersione di attività estere sia per le violazioni dichiarative relative a imposte erariali “nazionali”, cioè imposte sui redditi e relative addizionali, imposte sostitutive, Irap, Iva e dei sostituti d’imposta, nonché in materia di contributi previdenziali; la richiesta di adesione alla voluntary bis deve essere presentata entro il 31 luglio 2017 e può essere rettificata o integrata entro il 30 settembre 2017;  il versamento può essere effettuato in un’unica soluzione entro il 30 settembre 2017, oppure può essere ripartito in tre rate mensili di pari importo (in tal caso, il pagamento della prima rata deve essere effettuato entro il 30 settembre 2017).


Partecipa alla discussione sul forum.