Voluntary disclosure: autocertificazione per le cassette di sicurezza

Nel documento n. 2/2015 messo a punto dal gruppo di studio sulla voluntary disclosure dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano in collaborazione con la Fondazione nazionale dei commercialisti, tra i temi affrontati, si parla di un’autocertificazione per la datazione del contenuto delle cassette di sicurezza. Il documento ripropone alcune tematiche già evidenziate nel precedente documento n. 1 anche alla luce dell’intervento dell’Agenzia delle Entrate contenuto nella circolare n. 27 del luglio scorso. Ciò anche sulla scorta del termine previsto per la scadenza della sanatoria, a oggi fissato per il 30 settembre, ma che, di fatto, si palesa impossibile da rispettare sia per la difficoltà di reperimento dei documenti che per la complessità della procedura.


Partecipa alla discussione sul forum.