VERIFICHE FISCALI: Circolare della Guardia di Finanza sulle indagini finanziarie


Nella circolare 1/2008 della Guardia di Finanza le direttive sulle indagini finanziarie. Si legge: “le indagini finanziarie devono essere attivate ogni qualvolta risultino utili, opportune e consigliabili ai fini dell’accertamento tributario”. Gli elementi di pericolosità fiscale rilevabili dal conto del contribuente devono indurre il verificatore all’azione ispettiva se utile in termini di economicità e proficuità. Le fonti di innesco non sono tipizzate, il loro fondamento è connesso al controllo della correttezza e completezza delle dichiarazioni fiscali, all’accertamento delle imposte o delle maggiori imposte dovute, alla verifica dell’osservanza del complesso degli obblighi a carico dei soggetti passivi dei tributi. Infine, l’esercizio del potere istruttorio non è subordinato al preventivo avvio di una specifica verifica fiscale.


Partecipa alla discussione sul forum.