Unico 2016: il trattamento delle spese di rappresentanza


Riguardo le spese di rappresentanza, per il periodo d’imposta 2015, ai fini IRES/ IRPEF, valgono ancora le vecchie regole. Quindi i costi sostenuti per l’acquisto di beni destinati ad omaggio, ricompresi fra le spese di rappresentanza in base al D.M. 19 novembre 2008, sono deducibili: integralmente, se di valore unitario non superiore a 50 euro; se di valore unitario superiore a 50 euro, nell’anno di sostenimento e nel limite dell’importo annuo massimo, ottenuto applicando ai ricavi/proventile seguenti percentuali:  1,3% con ricavi proventi gestione caratteristica fino a 10 milioni di euro; 0,5% con ricavi proventi gestione caratteristica da 10 milioni di euro a 50 milioni di euro; 0,1% con ricavi proventi gestione caratteristica superiori a 50 milioni di euro. Per i lavoratori autonomi è vigente il limite dell’1% dei compensi percepiti nel periodo d’imposta, a prescindere dal valore unitario.


Partecipa alla discussione sul forum.