Unico 2014: check-list prima dell’invio


Ultimi giorni e ultimi controlli per la trasmissione del modello Unico: la dead line è il 30 settembre. Per l’occasione, bisognerà controllare l’esito dell’invio dei vari modelli, adempiere agli obblighi sulla consegna e sulla conservazione dei documenti, far sottoscrivere ai contribuenti i documenti in base alle scelte operate. Tra le verifiche, prima di tutto bisogna verificare di avere inviato tutti i modelli dichiarativi per ciascun contribuente, comprese eventuali integrative sul 2012. La presentazione è attestata dalle ricevute telematiche. Gli intermediari che generano diverse forniture, contenenti a loro volta diversi modelli dichiarativi, dovranno verificare sia che il sistema non abbia scartato l’intero file, sia che non abbia scartato solo alcuni dei modelli contenuti. Le dichiarazioni presentate nei termini, ma scartate dal sistema, sono considerate tempestive se ritrasmesse corrette entro cinque giorni dalla data in cui l’Agenzia delle Entrate ha comunicato lo scarto. Il modello presentanto entro 90 giorni dalla scadenza è considerata valida, ma soggiace a una sanzione da 258 a 1.032 euro. Entro lo stesso termine è possibile il ravvedimento operoso: 25 euro, pari a un decimo di 258 euro. Le dichiarazioni presentate con ritardo superiore a 90 giorni si considerano omesse, ma costituiscono comunque titolo per la riscossione delle imposte.


Partecipa alla discussione sul forum.