UNICO 2009: Studi di settore, l’importanza delle note descrittive

Spesso ci si trova dinnanzi a situazioni di non congruità dello studio di settore rispetto alla individuale posizione del soggetto. Inadeguatezza dei correttivi anti-crisi, marginalità economica, malfunzionamenti o carenze del software, sono solo alcuni “ostacoli” che il contribuente incontra nel percorso verso la congruità. All’uopo si ritiene opportuno “comunicare” al fisco detto “disagio”. Per farlo possono tornare utili le annotazioni presenti negli studi di settore, che, in tal modo, assumono al ruolo di “difesa anticipata” nei confronti del Fisco, uno strumento utile anche in fase di successivo accertamento. Altre casistiche di segnalazioni descrittive e giustificative di un eventuale scostamento si possono riscontrare in casi di ridotte dimensioni dell’attività, età avanzata del titolare, eventuali malattie che hanno impedito il normale svolgimento dell’attività, possesso di altri redditi, e via discorrendo. Lo studio è costruito su ipotesi standard, quindi ogni piccolo elemento che determina l’allontanamento dallo schema può condurre a risultati non in linea, ma non per questo sinonimo di pericolosità fiscale.


Partecipa alla discussione sul forum.