Ue: ok alla soglia elevata di punibilità penale Iva

di Angelo Facchini

Pubblicato il 4 maggio 2018



La normativa italiana sull'omesso versamento dell'Iva è conforme all'ordinamento dell'Ue: la fissazione della soglia penale a 250.000 euro, più elevata rispetto a quella prevista per il mancato versamento delle ritenute Irpef, non contrasta con i principi di effettività e di equivalenza, né con le direttive in materia di Iva e di tutela degli interessi finanziari dell'Unione. È quanto ha statuito la Corte di giustizia Ue - sentenza 2 maggio 2018, causa C-574/15.