Tributi vari ipotecari e catastali: via il contante, le alternative


Imposte, tasse, tributi speciali e ogni altro corrispettivo dovuto per i servizi erogati dagli uffici provinciali-Territorio, a partire dal 1° luglio potranno essere pagati anche con altre modalità, non solo con contante. Si tratta dell’attuazione del “collegato fiscale” (Dl 193/2016); a partire dal prossimo 1° luglio, quindi, la riscossione dei diversi tributi di pertinenza dell’area Territorio dell’Agenzia delle Entrate deve avvenire attraverso: versamento unitario (modello F24); contrassegni sostitutivi; carte di debito o prepagate; modalità telematiche; altri strumenti di pagamento elettronico. Per facilitare il passaggio alle nuove modalità di pagamento, fino al prossimo 31 dicembre è previsto un periodo transitorio in cui saranno ancora possibili versamenti contanti.


Partecipa alla discussione sul forum.