TRIBUTI: Il diritto camerale per l’anno 2010 resta invariato


Approvati gli importi del diritto camerale annuale (decreto 22 dicembre 2009 in G.U. del 30 gennaio 2010). Ecco gli importi riepilogati: per le imprese iscritte nella sezione ordinaria l’importo del diritto dipende dal fatturato maturato nel 2009;
per le imprese iscritte e per le imprese individuali annotate nella sezione speciale del Registro delle imprese il diritto annuale è dovuto nella misura fissa di 88 euro, mentre per le imprese con ragione di società semplice non agricola la misura è pari a 144 euro. Per le società iscritte nella sezione speciale ai cui all’art. 16, c. 2, D.LGS. 2/2/2001, n. 96 il diritto annuale è di 170 euro. Le unità locali devono un importo corrispondente al 20% di quanto viene versato per la sede principale, per un massimo di 200 euro. Tale importo va versato alla Camera di Commercio del luogo in cui si trova la singola unità locale. Per le unità locali di imprese che hanno la sede principale all’estero l’importo fisso è di 110 euro. Le imprese che si iscrivono nel 2010 devono versare il diritto camerale entro 30 giorni dalla domanda di iscrizione attraverso il modello F24 o direttamente allo sportello.


Partecipa alla discussione sul forum.