Trasmissione telematica dati fatture Iva: controlli incrociati e pagamenti tracciabili


Ecco le regole del regime opzionale (di durata quinquennale) per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati di tutte le fatture relative alle operazioni IVA effettuate a partire dal 2017. Sono previsti controlli incrociati dei dati di tutte le fatture con i dati contenuti in altre banche dati conservate dall’Agenzia delle Entrate o da altre amministrazioni pubbliche; comunicazione telematica dell’esito dei controlli al contribuente e alla Guardia di Finanza; pagamenti in contanti solo per importi inferiori ai 30 euro: gli altri dovranno essere effettuati mediante bonifici, carta di debito o carta di credito, assegni bancari, circolari o postali.

 

 


Partecipa alla discussione sul forum.