Terzo settore: nuovo regime forfettario

Il Codice del terzo settore (Dl n.117/2017) introduce la regolamentazione organica degli enti no profit. Il Codice introduce una definizione di ente non commerciale, in relazione all’attività di interesse generale svolta dall’ente stesso. Le eventuali attività commerciali svolte dall’ente possono essere considerate in due modi ai fini fiscali: attività commerciali, non detassate, che siano funzionali alla sussistenza stessa dell’ente; attività non commerciali nel caso in cui vengano svolte a titolo gratuito o cedute a prezzo di costo. Gli enti non commerciali, per le proprie attività commerciali, hanno diritto ad un trattamento fiscale di favore. Gli enti non commerciali, iscritti al Registro unico nazionale istituito dal Codice del terzo settore, hanno infatti diritto a esercitare l’opzione per la determinazione forfettaria del reddito di impresa. L’opzione
e la revoca della stessa si effettuano in dichiarazione dei redditi e hanno effetto dall’anno di imposta in cui tale dichiarazione viene presentata. Una volta esercitata, l’opzione non può essere revocata per un triennio.


Partecipa alla discussione sul forum.