TERRITORIO: accatastamento dei fabbricati non dichiarati


E’ lunga la lista dei fabbricati non dichiarati identificati negli ultimi tre anni dai Comuni. Per questi fabbricati cd. “fantasma”, gli interessati hanno la possibilità di regolarizzare la propria posizione entro 7 mesi dalla data del comunicato (la pubblicazione nell’elenco dei Comuni del 16 dicembre); possono, altresì, far rilevare gli eventuali errori presenti nelle particelle riportate. Diversamente gli uffici provinciali provvederanno all’iscrizione in Catasto a spese dell’interessato. L’adempimento spontaneo evita il pagamento degli oneri e della sanzione amministrativa, che può essere pari al valore massimo, cioè 2.066 euro. La regolarizzazione spontanea comporta il pagamento della sanzione minima pari a 258 euro. Il contribuente può contestare il provvedimento attributivo o modificativo della rendita catastale entro 60 giorni dalla notifica, con ricorso alla Commissione tributaria provinciale.


Partecipa alla discussione sul forum.