Terremoto: in GU il decreto


Il Dl n. 189/2016, entrato in vigore ieri, definisce i provvedimenti fiscali a favore delle popolazioni colpite dal terribile sisma del 24 agosto scorso. Per i soggetti che hanno subito danni, certificati con perizia asseverata, i contributi, i risarcimenti e gli indennizzi connessi al terremoto non concorreranno a formare il reddito imponibile. Inoltre, le perdite relative all’esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2016 non rilevano nell’esercizio nel quale si realizzano e nei quattro esercizi successivi. Vengono sospesi i versamenti di: diritto annuale Camere di Commercio; notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione; l’esecuzione dei provvedimenti di rilascio per finita locazione degli immobili pubblici e privati adibiti ad uso abitativo o diverso; le sanzioni amministrative per le imprese che presentano in ritardo le domande di iscrizione alle camere di commercio e le rate dei mutui e dei finanziamenti. La sospensione opererà fino al 31 dicembre 2016.


Partecipa alla discussione sul forum.