Tempo di bilanci: i controlli da fare prima della chiusura

Vademecum operativo dei controlli da fare prima della chiusura del bilancio di fine esercizio: il conto cassa deve sempre presentare saldo dare sia alla chiusura dell’esercizio che in corso d’anno e deve corrispondere all’effettiva consistenza fisica, costituita da denaro contante, assegni e valori bollati; il saldo dei conti correnti bancari deve coincidere con quello riepilogato nell’estratto conto rilevando, anche, gli interessi attivi e/o passivi; il saldo clienti deve corrisponde all’ammontare di una o più fatture emesse nel corso dell’anno, aumentato dell’eventuale saldo relativo all’esercizio precedente e dedotti gli importi riscossi durante l’esercizio in corso;  stesso discorso per il saldo fornitori; il saldo dei conti mutui o finanziamenti deve alla quota capitale ancora dovuta al 31 dicembre 2011; il conto Erario c/Iva deve riportare il credito/debito d’imposta al 31 dicembre 2011; i debiti v/Istituti di previdenza (INPS/INAIL) devono corrispondere, rispettivamente, a quanto dovuto come regolazione premi INAIL, ai contributi previdenziali ancora da pagare al 31 dicembre 2011; il conto debiti v/dipendenti, nel caso in cui le retribuzioni vengano corrisposte all’inizio del mese successivo, deve riportare l’equivalente delle retribuzioni nette relative al mese di dicembre 2011.


Partecipa alla discussione sul forum.