Tassa annuale sui libri sociali

La tassa annuale per la numerazione e bollatura dei libri e registri sociali deve essere versata da: S.p.a., S.r.l., S.a.p.a., società consortili a responsabilità limitata, aziende speciali e consorzi tra enti territoriali ex L. 8.6.1990, n. 142, in quanto provvisti di fondo di dotazione. Sono, anche, obbligate al versamento le società in liquidazione ordinaria e quelle sottoposte a procedure concorsuali, a condizione che sussista l’obbligo di tenuta di libri numerati e bollati secondo le disposizioni del Codice civile.  Se dopo l’effettuazione del versamento della tassa annuale sui libri sociale, la società trasferisce la sua sede sociale in una circoscrizione territoriale di competenza di un altro Ufficio dell’Agenzia delle Entrate, non è tenuta ad effettuare un nuovo versamento; il trasferimento non impone una nuova numerazione e bollatura dei libri e registri sociali. Per versare la tassa si utilizza il codice tributo 7085 – anno di riferimento 2014. L’importo varia a seconda dell’ammontare del capitale sociale o del fondo di dotazione della società risultante al 1° gennaio dell’anno per il quale si effettua il versamento. Se il capitale sociale/fondo di dotazione è pari o inferiore a euro 516.456,90, la tassa è di euro 309,87; se il capitale sociale/fondo di dotazione è superiore a euro 516.456,90, la tassa è di euro 516,46.


Partecipa alla discussione sul forum.