Tarsu non dovuta per la sola gestione di spazi pubblici

di Angelo Facchini

Pubblicato il 5 luglio 2017

L'attività di gestione di determinati spazi pubblici (per esempio un parcheggio) non comporta il pagamento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (Tarsu) a carico del gestore se lo stesso non esercita alcun potere di fatto sull'area in questione. Tanto recita una sentenza emessa dalla Commissione Regionale siciliana depositata lo scorso 5 giugno. Secondo la CTR la società di gestione del parcheggio svolge la funzione di gestore della sosta e non delle aree, la cui titolarità rimaneva in capo alla società che aveva progettato e poi costruito il parcheggio. L'esenzione dal pagamento è dovuta in quanto la società che gestisca il parcheggio non esercita alcun potere di fatto sugli stalli, svolgendo una mera attività di riscossione indiretta nell'interesse del Comune.