Studi professionali: i controlli antiricilaggio


Molti studi professionali sono interessati dai controlli che la Guardia di Finanza sta facendo per gli adempimenti in materia di antiriciclaggio. Ecco un sintetico vademecum delle operazioni da effettuare in studio al fine di essere in regola: verificare se l’operazione è soggetta agli obblighi in tema di antiriciclaggio; procedere all’adeguata verifica della clientela previa: identificazione del cliente, dentificazione del titolare effettivo, richiesta di informazioni sullo scopo e sulla natura del rapporto continuativo o della prestazione professionale; istituire il fascicolo relativo a ciascun cliente; registrare le operazioni rilevanti nell’archivio unico; segnalare le operazioni sospette. A quest’ultimo fine, sono stati emanati indicatori di anomalia, i quali sono periodicamente aggiornati (Decreto del Ministero della Giustizia 16 aprile 2010).


Partecipa alla discussione sul forum.