Studi di settore per il periodo d’imposta 2017

di Angelo Facchini

Pubblicato il 4 aprile 2018



Per il periodo d’imposta 2017, sono approvate, ex art. 62-bis, D.L. 30.8.1993, n. 331, tenuto conto di quanto previsto dall'art. 1, co. 1-bis, D.P.R. 31.5.1999, n. 195, le modifiche agli studi di settore in vigore per tale periodo d’imposta. I contribuenti che dichiarano, anche a seguito dell'adeguamento, ricavi e compensi di ammontare non inferiore a quello risultante dall'applicazione degli studi di settore integrati con le modifiche approvate con il decreto, non sono assoggettabili, per tale annualità, ad accertamento, ex art.  10, L. 8.5.1998, n. 146. Sono introdotti interventi correttivi sulla base della nota tecnica e metodologica di cui all'Allegato 1 al D.M. 23.3.2018; tali correttivi si applicano nei confronti delle imprese minori in contabilità semplificata che determinano il reddito secondo quanto previsto dall'art. 66, D.P.R. 917/1986. Sono previste modifiche delle territorialità ed alla Nota tecnica e metodologica dello studio di settore WG68U.