Studi di settore: ok ai corrispettivi anticrisi


L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che la commissione degli esperti ha approvato i correttivi anticrisi e le evoluzioni per il 2016. In particolare, sono stati adeguati gli studi di settore alla particolare congiuntura economica, prevedendo interventi relativi all’analisi di coerenza, correttivi congiunturali di settore, correttivi congiunturali territoriali, correttivi congiunturali individuali. Riguardo le evoluzioni previste per il periodo di imposta 2016, sono stati approvati 18 studi del comparto del commercio, 7 studi del comparto dei professionisti, 20 studi del comparto delle manifatture e 12 studi del comparto dei servizi. È anche stata approvata la proposta che prevede la non utilizzabilità degli studi di settore ai fini dell’accertamento anche per i soggetti che fuoriescono dal regime forfettario.


Partecipa alla discussione sul forum.