STUDI DI SETTORE: le anomalie chiamano le comunicazioni


Sono in arrivo comunicazioni di avviso ai contribuenti che hanno presentato “anomalie” negli studi di settore. Il periodo in esame è il 2007-2009, i soggetti sono quelli congrui ma con indici di incoerenza dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore. Le lettere servono a stuzzicare l’attenzione del contribuente in vista della prossima dichiarazione dei redditi. Non solo … nella manovra economica spunta una norma che consentirà di effettuare accertamenti di tipo induttivo per chi commette errori gravi nella compilazione dei modelli relativi agli studi (la norma dovrà però passare al vaglio del Parlamento). Dal 10 giugno è presente una sezione sul sito delle Entrate per spiegare le ragioni dello scostamento o denunciare volontariamente eventuali imprecisioni delle comunicazioni. Anche gli intermediari sono destinatari di altrettante comunicazioni di irregolarità relative agli studi. Il programma “Serpico”, a disposizione degli Uffici, permette di controllare i dati fino al periodo di imposta 2009. Le comunicazioni sono generate in seguito ad irregolarità dovute a omessa o infedele compilazione del modello studi oppure perché il contribuente ha invocato una causa di inapplicabilità o di esclusione dagli studi stessi non veritiera. In caso di gravi infedeltà che determinano l’applicazione della sanzione prevista dal c. 2 bis dell’art. 1 del Dl 471/97 (non della semplice compilazione sbagliata di un rigo) potrebbe scattare l’accertamento induttivo in base al secondo c. dell’art. 39 del Dpr 600/73.


Partecipa alla discussione sul forum.

STUDI DI SETTORE: le anomalie chiamano le comunicazioni


Sono in arrivo comunicazioni di avviso ai contribuenti che hanno presentato “anomalie” negli studi di settore. Il periodo in esame è il 2007-2009, i soggetti sono quelli congrui ma con indici di incoerenza dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore. Le lettere servono a stuzzicare l’attenzione del contribuente in vista della prossima dichiarazione dei redditi. Non solo … nella manovra economica spunta una norma che consentirà di effettuare accertamenti di tipo induttivo per chi commette errori gravi nella compilazione dei modelli relativi agli studi (la norma dovrà però passare al vaglio del Parlamento). Dal 10 giugno è presente una sezione sul sito delle Entrate per spiegare le ragioni dello scostamento o denunciare volontariamente eventuali imprecisioni delle comunicazioni. Anche gli intermediari sono destinatari di altrettante comunicazioni di irregolarità relative agli studi. Il programma “Serpico”, a disposizione degli Uffici, permette di controllare i dati fino al periodo di imposta 2009. Le comunicazioni sono generate in seguito ad irregolarità dovute a omessa o infedele compilazione del modello studi oppure perché il contribuente ha invocato una causa di inapplicabilità o di esclusione dagli studi stessi non veritiera. In caso di gravi infedeltà che determinano l’applicazione della sanzione prevista dal c. 2 bis dell’art. 1 del Dl 471/97 (non della semplice compilazione sbagliata di un rigo) potrebbe scattare l’accertamento induttivo in base al secondo c. dell’art. 39 del Dpr 600/73.


Partecipa alla discussione sul forum.