Studi di settore: la Cassazione illegittima l’applicazione automatica se il professionista è anche dipendente

La sentenza n. 10285 del 02 maggio 2013 – Corte di Cassazione –  afferma che è illegittima l’applicazione automatica dei parametri nell’accertamento spiccato nei confronti di un professionista se nella rideterminazione del reddito non si tiene conto che l’attività professionale viene svolta contestualmente all’attività di dipendente.


Partecipa alla discussione sul forum.