Studi di settore: il regime premiale


L’Agenzia delle Entrate nella circolare 24/E, dedicata agli studi di settore, analizza le principali novità e gli aspetti normativi dello strumento.  Circa le modalità di elaborazione degli studi di settore per l’anno di imposta 2015, il documento specifica che nei casi di indicazione infedele dei dati, non sempre si ha l’esclusione dal regime premiale: la permanenza continua a sussistere, qualora siano confermate l’assegnazione ai cluster e le condizioni di congruità, coerenza e normalità. Nel documento si parla anche di sanzioni; in caso di dichiarazione infedele sono sanzionabili i soli casi in cui i dati e le informazioni risultano rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, in termini di assegnazione ai cluster di riferimento, di stima dei ricavi o dei compensi, di calcolo degli indicatori di normalità o di coerenza.


Partecipa alla discussione sul forum.