STUDI DI SETTORE: gli indici di territorialità ed alcune nuove esclusioni


Il Dm 16 marzo 2011 è stato pubblicato sulla GU del 2 aprile. Il decreto porta a conoscenza dei nuovi indici di territorialità degli studi di settore applicabili al periodo d’imposta 2010. In particolare si punta ancora sul livello dei canoni di locazione degli immobili residenziali, riferendo le informazioni ai dati Omi 2007; per gli intermediari del commercio l’indicatore del livello delle retribuzioni è una variabile che influenza l’ammontare dei ricavi di congruità; sono modificate alcune tabelle per l’entrata di nuovi comuni; si terrà conto dell’impatto negativo derivante dalla vicinanza di factory outlet. Per quanto riguarda i casi di esclusione dall’applicazione degli studi di settore è estesa alle cooperative a mutualità prevalente ed alle società che redigono i bilanci in base ai principi contabili internazionali.


Partecipa alla discussione sul forum.

STUDI DI SETTORE: gli indici di territorialità ed alcune nuove esclusioni


Il Dm 16 marzo 2011 è stato pubblicato sulla GU del 2 aprile. Il decreto porta a conoscenza dei nuovi indici di territorialità degli studi di settore applicabili al periodo d’imposta 2010. In particolare si punta ancora sul livello dei canoni di locazione degli immobili residenziali, riferendo le informazioni ai dati Omi 2007; per gli intermediari del commercio l’indicatore del livello delle retribuzioni è una variabile che influenza l’ammontare dei ricavi di congruità; sono modificate alcune tabelle per l’entrata di nuovi comuni; si terrà conto dell’impatto negativo derivante dalla vicinanza di factory outlet. Per quanto riguarda i casi di esclusione dall’applicazione degli studi di settore è estesa alle cooperative a mutualità prevalente ed alle società che redigono i bilanci in base ai principi contabili internazionali.


Partecipa alla discussione sul forum.