Studi di settore: anomalie rettificabili con integrativa

di Angelo Facchini

Pubblicato il 17 luglio 2017



Le anomalie da studi di settore sono correggibili con la dichiarazione integrativa. A ribadirlo è la circolare numero 20/E/2017, con la quale l'Agenzia delle entrate, detta le linee guida per la gestione delle comunicazione di anomalia inviate con riferimento al triennio d'imposta 2013-2015. La circolare riepiloga altresì le principali novità dell'applicazione degli studi di settore per il periodo d'imposta 2016, riassumendo quanto già reso noto con le istruzioni approvate con il provvedimento del 31 gennaio scorso, e nei precedenti comunicati stampa, con cui è stata annunciata la semplificazione dei modelli di compilazione, e la riduzione del numero di studi applicabili grazie agli accorpamenti previsti.