STUDI DI SETTORE 2008: i tratti salienti dei nuovi indici di normalità


Quest’anno gli indici di normalità puntano ai comportamenti “devianti” dei contribuenti: mancata dichiarazione del valore dei beni strumentali (la nuova metodologia mette a confronto i costi di disponibilità dei beni strumentali mobili e il valore storico degli stessi), valore delle rimanenze finali (incremento del valore delle rimanenze finali rispetto a quelle iniziali), spostamento dei costi nelle voci residuali del conto economico (quando il valore è molto elevato rispetto ai ricavi). Le ultime novità portate dalla circolare 5/E hanno posto l’accento sul trattamento delle risultanze contabili derivanti da studi rapportate al caso concreto del contribuente sotto esame. In sostanza si punta al confronto “oculato” con il contribuente. Al riguardo l’Agenzia è già al lavoro per l’aggiornamento dei propri funzionari.


Partecipa alla discussione sul forum.