Split payment professionisti: abolizione e note di variazione

di Angelo Facchini

Pubblicato il 31 luglio 2018

Dallo scorso al 14 luglio, le prestazioni di servizi soggette a ritenuta non sono più soggette allo split payment. Se, a decorrere da tale data, è necessario emettere note di variazione (in aumento o in diminuzione) relative a fatture emesse con il meccanismo della scissione dei pagamenti, secondo i chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 15/E/2015, esse devono essere emesse seguendo le regole ordinarie, quelle in diminuzione con il meccanismo dello split payment.