Spesometro solo oltre 3.600 euro per negozi e agenzie


Per i commercianti al minuto e gli operatori del settore turistico vale sempre la semplificazione prevista sulla soglia per la comunicazione delle operazioni attive (spesometro). La scadenza dello spesometro è prossima: entro il prossimo 10 aprile (contribuenti che liquidano mensilmente l’Iva), entro il 22 aprile (contribuenti che liquidano l’Iva ogni trimestre). Mentre per la generalità dei contribuenti le operazioni vanno comunicate a prescindere dall’importo, per questi sono previste regole specifiche. Per le transazioni per le quali non è previsto l’obbligo di emissione della fattura, l’operazione andrà comunicata solo se di importo pari o superiore a 3.600 euro (compresa l’Iva), e sempre che il pagamento non sia avvenuto mediante carte di credito, debito o prepagate. Se viene emessa fattura sorge comunque l’obbligo comunicativo, però, per motivi di semplificazione, anche per il 2013 è previsto che i commercianti al minuto e le agenzie di viaggio possano comunicare le sole operazioni attive per cui viene emessa fattura di importo non inferiore a 3.600 euro (sempre Iva inclusa).


Partecipa alla discussione sul forum.