Spesometro: disponibile il software gratuito per compilare la comunicazione dei dati


E’ stato pubblicato il 21 novembre 2011 sul sito dell’Agenzia delle Entrate il software di compilazione per la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva (cd. spesometro).

Si tratta della versione 1.0.0 del 07/11/2011; il software denominato “CompilazioneSpesometro” è un prodotto che permette agli utenti la compilazione delle comunicazioni ex art. 21 D.L. n. 78/2010.

I files creati con il software di compilazione dovranno essere sottoposti a successivo controllo con la relativa procedura di controllo.

Per le operazioni effettuate nel corso del 2010 è prossima la scadenza del 2 gennaio 2012 (il 31 dicembre 2011 cade di sabato) entro cui i contribuenti Iva dovranno trasmettere tale comunicazione.

Viceversa, per l’anno 2011, l’importo scende a 3 mila euro e la comunicazione andrà trasmessa entro il 30 aprile 2012.

Sono tenuti alla comunicazione tutti i soggetti passivi Iva, compresi gli enti non commerciali, anche per gli acquisti utilizzati promiscuamente, di cui andrà inserito l’intero importo.

Dati da inserire nel file:

– Operazioni con soggetti residenti non titolari di partita IVA;

– Operazioni con soggetti residenti titolari di partita IVA;

– Operazioni con soggetti non residenti;

– Operazioni con soggetti residenti titolari di partita IVA – note di variazione;

– Operazioni con soggetti non residenti – note di variazione.


Partecipa alla discussione sul forum.

Spesometro: disponibile il software gratuito per compilare la comunicazione dei dati


E’ stato pubblicato il 21 novembre 2011 sul sito dell’Agenzia delle Entrate il software di compilazione per la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva (cd. spesometro).

Si tratta della versione 1.0.0 del 07/11/2011; il software denominato “CompilazioneSpesometro” è un prodotto che permette agli utenti la compilazione delle comunicazioni ex art. 21 D.L. n. 78/2010.

I files creati con il software di compilazione dovranno essere sottoposti a successivo controllo con la relativa procedura di controllo.

Per le operazioni effettuate nel corso del 2010 è prossima la scadenza del 2 gennaio 2012 (il 31 dicembre 2011 cade di sabato) entro cui i contribuenti Iva dovranno trasmettere tale comunicazione.

Viceversa, per l’anno 2011, l’importo scende a 3 mila euro e la comunicazione andrà trasmessa entro il 30 aprile 2012.

Sono tenuti alla comunicazione tutti i soggetti passivi Iva, compresi gli enti non commerciali, anche per gli acquisti utilizzati promiscuamente, di cui andrà inserito l’intero importo.

Dati da inserire nel file:

– Operazioni con soggetti residenti non titolari di partita IVA;

– Operazioni con soggetti residenti titolari di partita IVA;

– Operazioni con soggetti non residenti;

– Operazioni con soggetti residenti titolari di partita IVA – note di variazione;

– Operazioni con soggetti non residenti – note di variazione.


Partecipa alla discussione sul forum.