SPESE DI PUBBLICITA’ O SPESE DI RAPPRESENTANZA?

E’ stretto il confine tra spese di pubblicità e di rappresentanza. Spesso si resta nel dubbio se imputare correttamente il costo in un conto piuttosto che nell’altro. Al riguardo è intervenuta la giurisprudenza, oggi con una sentenza della Cassazione (n. 9567 del 23 aprile 2007). Esattamente si legge: è spesa di rappresentanza quella affrontata per iniziative volte ad accrescere l’immagine, il prestigio e le possibilità di sviluppo dell’Azienda, senza alcuna aspettativa diretta di ritorno commerciale; è spesa di pubblicità quella sostenuta a fronte di iniziative tendenti, prevalente anche se non esclusivamente, alla pubblicizzazione di prodotti, marchi, servizi offerti dall’Azienda, dirette ad ottenere un incremento veloce ed immediato della vendita.


Partecipa alla discussione sul forum.