Spese di frequenza di asili nido: chiarimenti dalle Entrate

Le spese per la frequenza di asili nido spetta una detrazione nel limite di spesa di 632,00 euro da ripartire tra i genitori. Se il documento di spesa è intestato: al minore o ad entrambi i genitori, si può attestare sul documento una percentuale diversa dal 50% della spesa effettivamente sostenuta; ad un solo genitore, la detrazione spetta comunque al genitore che ha sostenuto la spesa, anche se diverso dall’intestatario, e in tal caso, anche se l’intestatario non sia a carico dell’altro coniuge. La detrazione è alternativa al “bonus asili nido” erogato dall’Inps.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it