Società di persone e beni ai soci: ok al comportamento concludente

Con la risoluzione 54 del 2 maggio 2017, l’Agenzia delle Entrate chiarisce le modalità con le quali le società di persone, poste in liquidazione nel corso del 2016, possono esercitare l’opzione per l’assegnazione agevolata dei beni ai soci. Nella circolare 26/2016, era stato chiarito che l’esercizio dell’opzione si perfeziona con l’indicazione in dichiarazione dei redditi dei valori dei beni assegnati e della relativa imposta sostitutiva. Nel documento di prassi, l’Agenzia delle Entrate, a parziale modifica di quanto detto nella circolare 26/2016, ritiene che possa trovare applicazione il principio di carattere generale del “comportamento concludente” (articolo 1, comma 1, Dpr 442/1997), secondo cui “l’opzione e la revoca di regimi di determinazione dell’imposta o di regimi contabili si desumono da comportamenti concludenti del contribuente o dalle modalità di tenuta delle scritture contabili”.


Partecipa alla discussione sul forum.