SOCIETA’ DI COMODO: alcuni chiarimenti sulle istanze di interpello


La Dre dell’Emilia Romagna in una nota esplicativa (prot. 21782/2008) fornisce precisazioni in merito alle istanze di interpello per chiedere la disapplicazione della disciplina Cfc; in particolare si sofferma sulla documentazione da allegare, e spiega che l’invio volontario di documenti integrativi, a supporto dell’istanza stessa, non interrompe il termine entro il quale il Fisco deve dare risposta. I soggetti che detengono partecipazioni di controllo o collegamento in società in uno Stato “Black list”, devono presentare istanza disapplicativa per evitare l’imputazione per trasparenza del reddito a prescindere se si sia, o meno, percepito il dividendo.


Partecipa alla discussione sul forum.