Sicurezza del lavoro: in caso di appalto occorre la verifica del DUVRI

La sentenza n. 5420/2012 della Corte di Cassazione – sezione penale – entra nel merito della responsabilità aziendale in materia di sicurezza sul lavoro, nei casi di appalto. Secondo quanto si legge, la mancata elaborazione del documento unico di valutazione dei rischi (DUVRI), con la conseguente omessa valutazione dei rischi derivante dalle interferenze lavorative tra i dipendenti del committente e quelli dell’appaltatore, è un fatto di per sé produttivo di responsabilità, nel caso in cui si verifichi un infortunio. Il personale della ditta appaltatrice deve essere messo in condizioni di conoscere, tramite il DUVRI redatto dall’appaltante, tutti i rischi cui può andare incontro quando opera in quel luogo di lavoro. Quando viene appaltato un servizio non è mai ammessa la cessione della responsabilità in capo all’appaltatore: questa esclusione di responsabilità può verificarsi solo quando sussiste piena e assoluta autonomia organizzativa e dirigenziale del fornitore.


Partecipa alla discussione sul forum.