SENTENZE DELLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA: l’indennità di licenziamento spetta in pieno al lavoratore licenziato durante il congedo parentale


La Corte di Giustizia delle Comunità europee, sez. 3 – sentenza 116/08 del 22 ottobre 2009 – ha stabilito che l’indennità di licenziamento per un lavoratore a tempo pieno che sia licenziato durante un congedo parentale a tempo parziale si calcola sulla base della sua retribuzione a tempo pieno. La Corte sottolinea che mentre fruisce di un congedo parentale a tempo parziale, un lavoratore assunto a tempo pieno, pur non svolgendo lo stesso numero di ore di lavoro di un lavoratore attivo in regime di tempo pieno, non significa che le due situazioni siano differenti rispetto al contratto di lavoro iniziale. Riferendosi alla normativa belga, mentre fruisce di un congedo parentale a tempo parziale, il lavoratore assunto in regime di tempo pieno continua a maturare nell’impresa un’anzianità utile ai fini del calcolo del termine di preavviso previsto dalla legge in caso di licenziamento, come se non avesse ridotto le sue prestazioni.


Partecipa alla discussione sul forum.