SCUDO FISCALE: i professionisti devono segnalare le posizioni sospette

Obbligo di segnalazione anti-riciclaggio per i professionisti che assisteranno clienti intenzionati ad aderire allo scudo fiscale. Devono essere segnalate le posizioni sospette in tutti i casi nei quali si supponga che i fondi rimpatriati siano frutto di reati tributari e non, invece che attività ricevute in eredità o donazione. Entro il 15 settembre, data di avvio dello scudo, sarà pronta la prima circolare esplicativa così da fornire anche il primo modello di dichiarazione riservata, e il codice tributo per il versamento della sanzione del 5%. La sanzione è un forfait, non saranno riconosciute prove contrarie di permanenze all’estero dei beni inferiori ai cinque anni.

Condividi:

SCUDO FISCALE: i professionisti devono segnalare le posizioni sospette

Obbligo di segnalazione anti-riciclaggio per i professionisti che assisteranno clienti intenzionati ad aderire allo scudo fiscale. Devono essere segnalate le posizioni sospette in tutti i casi nei quali si supponga che i fondi rimpatriati siano frutto di reati tributari e non, invece che attività ricevute in eredità o donazione. Entro il 15 settembre, data di avvio dello scudo, sarà pronta la prima circolare esplicativa così da fornire anche il primo modello di dichiarazione riservata, e il codice tributo per il versamento della sanzione del 5%. La sanzione è un forfait, non saranno riconosciute prove contrarie di permanenze all’estero dei beni inferiori ai cinque anni.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it