Schede carburanti: la fattura per i rifornimenti self-service

Come sappiamo il decreto sviluppo ha dato la possibilità al contribuente di certificare l’acquisto di carburante presso impianti stradali  anche con carte di credito o debito o carte prepagate. Nel caso, non si è obbligati a farsi rilasciare fattura o a compilare la scheda carburante. I rifornimenti “self-service”, nei giorni di chiusura del punto vendita, possono essere documentati dalla fattura, da chiedere al distributore nei successivi giorni di apertura, presentando la ricevuta emessa dall’attrezzatura automatica. Le modifiche normative introdotte dal decreto sviluppo in materia di scheda carburante rappresentano un sistema documentale alternativo rispetto alla disciplina prevista dal DPR n. 444 del 1997 che continua, invece, ad operare per coloro che non pagano l’acquisto del carburanti mediante strumenti di pagamento elettronico.


Partecipa alla discussione sul forum.