Scheda carburante: la mancanza della firma vanifica la detrazione Iva


La detrazione dell’Iva assolta sull’acquisto del carburante destinato ai mezzi aziendali è possibile solo se le relative schede carburanti, da completare in ogni loro parte, sono debitamente sottoscritte dall’esercente dell’impianto di distribuzione. Il requisito della firma, avendo una funzione di convalida del rifornimento, costituisce elemento essenziale senza il quale la scheda non può assolvere alle finalità previste dalla legge (Cassazione – sentenza 16338 del 17 luglio 2014).


Partecipa alla discussione sul forum.