Scadenze fiscali 16 novembre 2020

di Angelo Facchini

Pubblicato il 12 novembre 2020

Tra i versamenti non interessati dalla proroga disposta dal decreto Ristori bis scadenti il 16 novembre si elencano: rate delle imposte sui redditi dovute da titolari di partita IVA, pensionati e dipendenti; terza rata dei contributi fissi per artigiani e commercianti. Sui contributi dovuti sul minimale si attendono chiarimenti dall’INPS. Gli altri versamenti (IVA, ritenute IRPEF e addizionali personale dipendente) sono sospesi per le partite IVA con attività sospese per effetto del DPCM del 3 novembre 2020, per le attività di ristorazione nelle zone rosse o arancioni, e per le imprese che esercitano attività di cui all’allegato 2 del decreto Ristori-bis nelle zone rosse, per le agenzie di viaggio, tour operator ed esercenti attività alberghiera.