Sanzioni più severe per il lavoro nero

Nella versione finale il decreto “Destinazione Italia” inasprisce le sanzioni per il lavoro nero.  Il Dl n. 145/2013 ha introdotto alcune novità per il contrasto al lavoro nero e il mancato rispetto dell’orario e dei riposi. Per violazioni commesse dal 24 dicembre 2013, l’importo della maxisanzione per l’accertamento di lavoratori in nero, che non siano stati oggetto all’atto dell’ispezione di alcuna delle registrazioni o comunicazioni obbligatorie, è compreso tra 1.950 e 15.600 euro con una ulteriore maggiorazione giornaliera di 195 euro. Le violazioni commesse dal 24 dicembre 2013 al 21 febbraio 2014 godono di uno “sconto sulla pena”: è possibile ricorrere al pagamento in misura minima (entro 30 giorni), ovvero in misura ridotta (entro 60 giorni). L’agevolazione non è più applicabile per le violazioni commesse dal 22 febbraio 2014.


Partecipa alla discussione sul forum.