Saldo e stralcio cartelle: chi può aderire

di Angelo Facchini

Pubblicato il 16 aprile 2019



Il “saldo e stralcio” delle cartelle interessa i contribuenti (persone fisiche) che dimostrino di trovarsi in situazione di grave e comprovata difficoltà economica (valore Isee non superiore a 20mila euro, oppure una procedura di liquidazione prevista dalla legge sul sovraindebitamento); consente di pagare i debiti fiscali e contributivi in forma ridotta, con una percentuale che varia dal 16 al 35% dell’importo dovuto, già “scontato” delle sanzioni e degli interessi di mora. È possibile presentare richiesta di “saldo e stralcio” per i debiti affidati all’agente della riscossione tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017.