Rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni: nuova riapertura dei termini


Il Dl n. 70/2011 (legge 106/2011) – art. 7, co. 2, lettere da dd) a gg) – ha riaperto i termini per effettuare la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni fissando al 1° luglio 2011 la data in cui deve essere verificato il possesso dei predetti beni. Ai fini fiscali, il maggior valore attribuito in sede di rivalutazione si considera riconosciuto a decorrere dall’esercizio in cui è effettuato il versamento dell’intera imposta sostitutiva ovvero della prima rata. Per l’applicazione della norma detto valore deve risultare da un’apposita perizia giurata di stima redatta da professionisti abilitati, entro il termine del 30 giugno 2012. L’efficacia della procedura è condizionato al versamento di un’imposta sostitutiva nella misura del: 2% del valore risultante dalla perizia, per le partecipazioni non qualificate; 4% del valore risultante dalla perizia, per le partecipazioni qualificate e per i terreni. Il versamento dell’imposta sostitutiva dovrà essere effettuato entro il 30 giugno 2012 in un’unica soluzione oppure potrà essere rateizzato fino ad un massimo di tre rate annuali di pari importo, a decorrere dalla medesima data. I dati relativi alla rideterminazione del valore delle partecipazioni e dei terreni dovranno essere indicati nel modello di dichiarazione Unico. In particolare, in caso di rideterminazione del valore delle partecipazioni si dovrà compilare l’apposita sezione del Quadro RT e in caso di rideterminazione del valore dei terreni si dovrà compilare l’apposita sezione del Quadro RM.


Partecipa alla discussione sul forum.

Rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni: nuova riapertura dei termini


Il Dl n. 70/2011 (legge 106/2011) – art. 7, co. 2, lettere da dd) a gg) – ha riaperto i termini per effettuare la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni fissando al 1° luglio 2011 la data in cui deve essere verificato il possesso dei predetti beni. Ai fini fiscali, il maggior valore attribuito in sede di rivalutazione si considera riconosciuto a decorrere dall’esercizio in cui è effettuato il versamento dell’intera imposta sostitutiva ovvero della prima rata. Per l’applicazione della norma detto valore deve risultare da un’apposita perizia giurata di stima redatta da professionisti abilitati, entro il termine del 30 giugno 2012. L’efficacia della procedura è condizionato al versamento di un’imposta sostitutiva nella misura del: 2% del valore risultante dalla perizia, per le partecipazioni non qualificate; 4% del valore risultante dalla perizia, per le partecipazioni qualificate e per i terreni. Il versamento dell’imposta sostitutiva dovrà essere effettuato entro il 30 giugno 2012 in un’unica soluzione oppure potrà essere rateizzato fino ad un massimo di tre rate annuali di pari importo, a decorrere dalla medesima data. I dati relativi alla rideterminazione del valore delle partecipazioni e dei terreni dovranno essere indicati nel modello di dichiarazione Unico. In particolare, in caso di rideterminazione del valore delle partecipazioni si dovrà compilare l’apposita sezione del Quadro RT e in caso di rideterminazione del valore dei terreni si dovrà compilare l’apposita sezione del Quadro RM.


Partecipa alla discussione sul forum.