Rivalutazione beni d’impresa: come usufruirne


La circolare AE 14/2017 tratta degli effetti fiscali della rivalutazione. Il maggior valore attribuito ai beni in sede di rivalutazione nel bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2016 si considera fiscalmente riconosciuto a decorrere dal terzo esercizio successivo, per cui dal 1° gennaio 2019. Per beneficiare della rivalutazione è necessario: versare un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’Irap, pari al 16% per i beni ammortizzabili e al 12% per quelli non ammortizzabili; non cedere a titolo oneroso, assegnare ai soci, destinare a finalità estranee all’esercizio dell’impresa ovvero al consumo personale o familiare dell’imprenditore i beni rivalutati in data anteriore al 1° gennaio 2020.


Partecipa alla discussione sul forum.