Rivalsa IVA anche per importazione e reverse charge

di Redazione

Pubblicato il 19 dicembre 2013



La possibilità di rivalsa da parte del contribuente dopo aver effettuato il pagamento all'Erario dell'imposta accertata trova le sue regole nella circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 35/E del 17 dicembre 2013. Nel documento si sciolgono molti dubbi riguardo chi può effettuare il diritto di rivalsa nei confronti del cessionario/committente. Di particolare interesse è l'estensione dell'istituto anche nelle ipotesi di importazione, splafonamento e reverse charge. Si ricorda che l'esercizio del diritto di rivalsa dell'Iva è possibile solo a seguito di un accertamento divenuto definitivo, a condizione che la definitività dell'accertamento sia successiva alla data del 24 gennaio 2012.