RITA per anticipo pensione: chiarimenti dalla COVIP

di Angelo Facchini

Pubblicato il 11 aprile 2017

La Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP), con la circolare n. 1174 del 22 marzo 2017  ha fornito alcuni chiarimenti per i gestori di fondi pensione  in relazione  alla nuova Rendita integrativa anticipata "RITA" prevista dalla legge n. 232/2016. In dettaglio, i lavoratori che hanno versato la loro contribuzione alla previdenza complementare possono fruire  del capitale accumulato per anticipare l'assegno pensionistico. Nella circolare si afferma che: "sarà di competenza della forma pensionistica complementare  procedere direttamente alla erogazione  della rendita, ed essa potrà avere anche diverse alternative riguardo la tempistica piu adatta alle esigenze del cliente; inoltre, nel caso in cui non venga utilizzata l’intera posizione individuale a titolo di  rendita integrativa temporanea anticipata, l’iscritto conserverà il diritto di usufruire delle  ordinarie prestazioni in capitale e rendita a valere sulla porzione residua di montante  individuale, che continuerà ad essere gestita dalla forma pensionistica complementare".